Empty Cities

ASCOLTA LA DIRETTA

IN ALTERNATIVA, PUOI UTILIZZARE VLC O ITUNES…

  1. Scarica il file .m3u
  2. Fai doppio click e utilizza il tuo player preferito (VLC o iTunes)
  3. Buon ascolto!

OPPURE UTILIZZARE IL TUO BROWSER CLICCANDO QUI


Partecipanti

Manfredi Ponente (IT), Nicola Di Croce (IT), Flora Pop (ROU), Herbert Baioco (BRA), Kristine Diekman (USA), Luba Diduch (CA), Luca Buoninfante (IT), Stuart Fowkes (GB), Magno Caliman (PT), Caroline Claus (BE), Luana Lunetta (IT), Pietro Sammarco (CA), Andrea Ricci (IT), Gabriele Scalici (IT), Edu Comelles (ES), Anamaria Pravicencu (ROU), Antonio Porem Pires (PT)


[english version]

A seguito delle direttive del governo e per contrastare la diffusione del CoronaVirus in Italia, ognuno di noi ha preso l’impegno di non uscire di casa e di limitare il più possibile gli spostamenti, in una sorta di abbandono centripeto dei luoghi dove non è più l’andare via che caratterizza la desertificazione ma il restare.
Come per il paesaggio abbandonato il risultato ai sensi è lo stesso. Escluso pochi accentratori – ancora una volta attrattatori centripeti di uomini – come i supermercati, le edicole e le farmacie, il resto è visibilmente svuotato, acusticamente silenzioso. Chi ascolta la città non ha più quei punti fermi che caratterizzano la vita precedente la quarantena, il che crea ansia – ma a volte anche sorpresa, come una sorta di epifania – e non è forse un caso che proprio il suono che si diffonde dai balconi, attraverso un inno o un applauso, è diventato mezzo di reazione alla condizione imposta, il “segnale” dei tempi che stanno correndo.

VacuaMoenia, consapevole di questa condizione acustica indefinita e di transizione, a continuazione del progetto METASCAPE, lancia il progetto “Empty Cities”, una diretta streaming in cui chiunque abbia un microfono e un registratore può partecipare. Avrete un vostro spazio online in cui trasmettere quello che sta accadendo nell’istante in cui sta accadendo, in modo tale da creare una giornata sonora espansa in più parti del mondo.

Trasformiamo ciò che ci ha ridotto in pochi metri di abitazione in qualcosa che grazie allo streaming e a internet si può allargare all’intero pianeta.

PARTECIPA AL PROGETTO

Per partecipare a “Empty Cities” è necessario disporre di:

  • Microfoni
  • Registratore
  • Un computer ed una scheda audio
  • Skype (download)
  • Un programma simile a BlackHole (MAC) o Virtual Audio Cable (PC) per il routing audio stereo
  • Connessione internet stabile

Solo se sei in possesso di questa strumentazione, puoi procedere al prossimo punto.
Prenota dal form sottostante una giornata disponibile (11 Aprile) ed un orario (dalle 15 alle 19, UTC+2, Roma). Ad ogni partecipante verrà affidato uno slot di tempo di un’ora durante il quale effettuare la diretta. Per partecipare, non ti resta che compilare il form sottostante in tutte le sue parti e aspettare un nostro contatto in cui ti daremo maggiori informazioni e la conferma.


Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1021

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1060

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1073

Deriva

[ENGLISH VERSION]

??ARTISTI SELEZIONATI??

?? Simone Castellan
?? Emanuele Costantini
?? Chelidon Frame
?? Stefano Giampietro
?? Petri Kuljuntausta
?? Piero la Rocca
?? Rinaldo Marti Phonographer
?? Dimitrios Savva

? PROSSIMO APPUNTAMENTO
Deriva sarà pubblicata dall’etichetta portoghese #Cronica nella seconda parte del 2020!

? Un ringraziamento speciale va ad Aki Pasoulas, Francesco Giomi e Miguel Carvalhais!


Deriva — sf. [sec. XVIII; dal francese dérive] — è il movimento costante che procede dal conosciuto allo sconosciuto, all’assurdo e, in generale, al non programmato. Tale condizione presuppone un andamento lineare, discostandosi da un lato da quello centrifugo dei corsi e ricorsi storici e dall’altro da quello centripeto generato da chi osserva un problema nel tentativo positivo di risolverlo.

La deriva culturale, in etnologia, è un fenomeno di trasformazione procurato da fattori interni al gruppo non influenzati dall’esterno. È come la continuità di una tradizione quando non c’è più controllo e confronto, una zattera che si muove sull’oceano. In questo senso, se consideriamo il “sistema-universo” come un sistema chiuso, deriva è entropia. In psicologia per deriva si intende un connotato morale ed etico. La deriva è disconfermare una scelta precedentemente presa che anticipa la caduta, il collasso.

La deriva, infine, è estremamente diversa dalla transizione poichè viene meno il punto di riferimento finale. Ha insito in se l’imprevedibile, il non definito. La deriva potrebbe, da questo punto di vista, essere un particolare tipo di esplorazione in cui dopo che ogni cosa è stata costruita, pianificata, progettata, la si abbandona. La si lascia a sé. Il paesaggio abbandonato porta con sé un quesito che profuma di deriva.

Alla luce di tali riflessioni, VacuaMoenia propone a musicisti e compositori un’indagine che possa gettare nuove considerazioni e analisi sul tema della “deriva” nelle arti. Come si può rappresentare attraverso il medium compositivo elettroacustico il tema della deriva? Quali pratiche, quali forme, quali strategie adottare?

Come il significato stesso della parola Deriva sottende, abbiamo iniziato oggi un viaggio che terminerà tra circa un anno e che ci porterà a tradurre la OpenCall in modo complesso e articolato e probabilmente in un luogo che ancora non conosciamo. Le news saranno continue e costanti.

I brani, dopo esser stati selezionati dalla giuria in base a dei criteri di qualità e attinenza alla OpenCall proposta, saranno pubblicati per l’etichetta portoghese Crònica.

GIURIA

Aki Pasoulas è un compositore elettroacustico, direttore dell’istruzione e del MAAST (Music and Audio Arts Sound Theatre) all’Università del Kent. Ha inoltre insegnato nelle università londinesi, tra queste City, Middlesex e l’Università delle Arti, conseguendo un dottorato di ricerca sulla percezione del tempo nella musica elettroacustica. I suoi interessi di ricerca includono la musica acusmatica, la percezione del tempo in relazione alla musica, la psicoacustica e la percezione del suono, il suono spaziale, la comunicazione acustica, l’ecologia e il paesaggio sonoro, specialmente in relazione alla psicologia dell’ascolto. Ha scritto per strumenti, voce, suono campionato ed elettronico, composto per il teatro e per cortometraggi d’animazione, ha creato e suonato con molti ensemble. Ha organizzato importanti eventi e conferenze sulla musica acustica e sull’ecologia acustica. Le sue opere accademiche e musicali sono pubblicate tramite EMI / KPM, ICMA, Sonos Localia, Cambridge University Press e Oxford University Press. Aki ha ricevuto menzioni d’onore a concorsi internazionali e la sua musica è stata selezionata ed eseguita in occasione di eventi chiave in tutto il mondo.

LINKaki-pasoulas.co.uk

Francesco Giomi è un compositore e regista del suono, ha collaborato con Luciano Berio e con altri importanti compositori, intepreti e registi oltre che con orchestre ed ensemble italiani e stranieri; dal 2014 collabora instensamente con la coreografa Simona Bertozzi. Insegna Composizione Musicale Elettroacustica al Conservatorio di Musica di Bologna ed è direttore del centro di ricerca Tempo Reale di Firenze.

LINK – temporeale.it

Miguel Carvalhais è un designer, musicista e assistente alla facoltà di Belle Arti dell’Università di Porto. Studia i sistemi computazionali e il loro uso nelle pratiche creative, dedicando la sua ricerca di dottorato all’argomento e in seguito pubblicando un libro sull’argomento: “Artificial Aesthetics”. La sua ricerca e pratica artistica indaga come i sistemi computazionali e procedurali vengano letti dagli esseri umani, e come la scoperta e l’interpretazione procedurale siano fondamentali per la creazione di significato e per l’esperienza estetica. Questo lo ha portato a concentrarsi su campi come la leggibilità dei processi, la filosofia del calcolo, la creatività artificiale, la comparsa, la serendipity, l’etica, l’intelligenza artificiale, la comprensibilità dell’AI e il right of explanation. Collabora con Pedro Tudela dal 2000 nel progetto @c, pubblicando più di venti album, componendo musica per audiovisivi e teatro, creando diverse installazioni sonore site-specific. Dal 2003 dirige l’etichetta Crónica per la musica sperimentale e l’arte sonora. Dal 2013 ha contribuito a condurre la conferenza xCoAx su Computazione, Comunicazione, Estetica e X.

LINK – carvalhais.org

 



LINEE GUIDA

  • I media che è possibile inviare per “Deriva” comprendono composizioni di paesaggi sonori, diffusioni acusmatiche, field recordings e composizioni elettroacustiche
  • Creare un file ZIP al cui interno caricare:
    • un PDF (secondo questo modello: nome artista – nome della composizione – anno) dove inserire il proprio nome, cognome, breve bio, link al vostro sito, soundcloud, etc. ed il nome della composizione, durata e ogni informazione necessaria.
    • un file audio (per la selezione necessariamente in formato stereo, 44.1kHz / 16bit).
      Utilizzare Dropbox, GoogleDrive o un servizio simile per caricare il proprio file ZIP.  IL LINK DEVE ESSERE DISPONIBILE FINO AL 12 GENNAIO 2020.
  • Compila il form alla fine della pagina, inserendo il link. (N.B. Per incollare correttamente il link, utilizzare il comando “INCOLLA” nel menù del vostro browser)
  • La lunghezza massima della composizione è di 20 minuti.
  • È previsto un pagamento non rimborsabile di 20,00 € (venti/00 euro) per ogni lavoro inviato.
  • È possibile inviare solo UNA composizione.
  • Il materiale inviato non deve essere stato già pubblicato.
  • I candidati devono completare il form presente sul sito in ogni sua parte e seguire esattamente le linee guida, pena l’esclusione dalla call.

COPYRIGHT


Sottoscrivendo il modulo di iscrizione, il partecipante accetta incondizionatamente e integralmente il presente regolamento.
 L’artista detiene la proprietà dell’opera inviata ma concede all’Ass. Cult. VacuaMœnia il diritto di utilizzarla a titolo completamente gratuito ai fini della comunicazione e della promozione. 
Partecipando al presente bando l’artista attesta l’originalità dell’opera/composizione.

Per maggiori informazioni, contattaci QUI


PARTNERS

 


Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1021

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1060

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1073

Nuove Geografie del Suono @ Catania

È possibile indagare le trasformazioni dei paesaggi, dei territori ed i cambiamenti in atto nelle geografie politiche e culturali del mondo contemporaneo, attraverso le pratiche dell’ascolto?
È intorno a questo interrogativo che si costruisce l’analisi sviluppata da “Nuove geografie del suono” (Meltemi, pagg. 196, €18,00), esordio letterario di Leandro Pisano, curatore e ricercatore già noto in ambito internazionale per i suoi progetti legati alle nuove tecnologie, al suono ed ai territori rurali (Interferenze new arts festival, Liminaria).
Si tratta di un testo che elabora una serie di temi di stringente attualità, a partire dall’ecologia politica fino alla critica tecno-culturale, attraverso una prospettiva, quella degli studi sul suono, che sempre più va acquisendo rilevanza e spazio non solo nell’arte contemporanea, ma anche all’interno del dominio delle scienze umane e sociali.
Le aree rurali, i luoghi abbandonati, gli ambienti di confine diventano in questa trattazione spazi estetici inusitati, attraversati dal suono e dalle pratiche artistiche ad esso legate come dispositivi di indagine.
È una narrazione che connette territori e geografie a diverse latitudini: dal deserto di Atacama in Cile alle aree rurali dell’Irpinia e del Sannio beneventano, dal Messico al Pakistan, dal Marocco ai borghi abbandonati in Sicilia, mettendo via via in questione i concetti di comunità, identità, cartografia, antropocentrismo, universalismo.
Questo libro offre spunti inediti, sconfinando in territori raramente esplorati nel panorama degli studi italiani, aprendo la ricerca sul suono ad esiti che lo collocano al di fuori di una prospettiva puramente musicologica, ma anche in dialogo con essa, in tensione verso nuovi possibili scenari di indagine.
In un contesto in cui si incrociano i contributi significativi di diverse discipline ed approcci, l’autore ci invita a riscoprire, “così la possibilità non solo di abitare i luoghi, ma anche, una volta di più, di immaginarli e costruirli rendendoli ambiente complessi e riecheggianti. Facendo esperienza del pensiero, in ultima analisi, come un’infinita risonanza”.
A discutere dei temi trattati saranno, oltre all’autore, il semiologo Emiliano Battistini e l’architetto Marilena La China.

BIO
Leandro Pisano, curatore, critico e ricercatore indipendente, si occupa delle intersezioni tra arte, suono e tecnoculture. È dottore di ricerca in Studi culturali e postcoloniali del mondo anglofono presso l’Università “L’Orientale” di Napoli. Dirige dal 2003 il festival internazionale di new arts Interferenze ed ha fondato nel 2014 Liminaria, progetto di potenziamento delle reti locali nel Fortore beneventano.

Emiliano Battistini è dottorando in Studi Culturali Europei presso l’Università di Palermo, dove si interessa di semiotica e Sound Studies. Musicista e artista sonoro, lavora nel campo del paesaggio sonoro con il collettivo Ground-to-Sea Sound Collective e con il progetto Vin Voix Valais, creando installazioni e concerti site-specific.

Marilena La China è insegnate presso l’I.C. Nino Di Maria di Sommatino-Delia. Laureata in architettura ad indirizzo storico (1996) e dottore di ricerca presso l’università di Palermo in Pianificazione urbana e territoriale (2004). Docente a incarico presso le università di Agrigento ed Enna. Responsabile provinciale per Caltanissetta dell’associazione SiciliAntica. Esperta in borghi rurali e studiosa di architettura del e nel paesaggio.

Per tutte le info, i dettagli e per prendere parte all’incontro potete scriverci QUI o contattarci sulla nostra pagina FACEBOOK.

[soundcloud url=”https://api.soundcloud.com/tracks/323893400″ params=”color=fbc414&auto_play=false&hide_related=false&show_comments=true&show_user=true&show_reposts=false” width=”100%” height=”166″ iframe=”true” /]

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1021

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1060

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /web/htdocs/www.vacuamoenia.net/home/wp-content/themes/phlox/auxin/auxin-include/include/functions.php on line 1073

INNERSCAPE – Opencall

INNERSCAPE IS CLOSED

INNERSCAPE Compilation

All the tracks are selected by Leandro Pisano, Miguel Isaza, Xabier Erkizia and VacuaMœnia Staff following the INNERSCAPE guidelines.

NEXT STEPS:
• All the artists involved are invited to come in Palermo to have some days in recording sessions, sound explorations and good food! For more infos, contact us on THIS PAGE.
• Workshops, activities and recording sessions in Palermo (IT): Saturday 20th May 2017
…more news will come soon…


Grazie alle tecnologie odierne è possibile “entrare” nella materia e ascoltare un paesaggio sonoro che normalmente l’orecchio non può recepire. VacuaMœnia ha definito questa pratica come paesaggio sonoro interno, proponendo una OpenCall rivolta a sound-artist, musicisti o semplici ascoltatori consapevoli che possano rappresentare la materia nella sua interiorità.
L’idea della OpenCall, dal nome INNERSCAPE, invita a riflettere attraverso le proprie composizioni su un tipo di esplorazione del paesaggio non abituale provando a far udire il non udibile.
Si chiede, quindi, ai partecipanti di superare l’aspetto superficiale del paesaggio sonoro indagando il concetto di profondità dell’ascolto, in base alle proprie esperienze ed alla propria formazione.

GIURIA

Abbiamo deciso di coinvolgere tre tra le più interessanti e rappresentative figure del panorama mondiale in tema di soundart ed ecologia acustica. In occasione di INNERSCAPE, saranno loro che selezioneranno  i lavori che perveranno per la opencall. Un giudizio sicuramente attento e privilegiato per gli artisti che darà un ulteriore valore al progetto INNERSCAPE.

MIGUEL ISAZA

miguel isaza - call

Miguel vive a Medellin, Colombia, si dedica agli approcci teorici e pratici della filosofia e del suono. È co-direttore del progetto Éter (http://eter-lab.net) oltre ad aver fondato Sonic Field (http://sonic field.org) e Designing Sound (http://designingsound.org).

contact:
miguelisaza.com

XABIER ERKIZIA

erkizia - call

Musicista, sound-artist, produttore e giornalista di origini basche. I suoi lavori si basano sullo studio del suono e dei contesti in cui sono inseriti i vari contesti sociologici, espressi attraverso le installazioni, le composizioni, la radio-arte e i collettivi improvvisativi. Negli ultimi 15 anni, Erkizia ha presentato i suoi lavori in Europa, America e Asia, oltre ad aver composto musica in solo o collaborando con artisti come Mattin, Eddie Prevost, Francisco López, TV Pow, Alan Courtis etc. Oggi collabora ai progetti Billy Bao e Soinumapa.net e lavora come sound designer per film. È anche membro del collettivo AUDIOLAB.

contact:
erkizia.audio-lab.org/en

LEANDRO PISANO

leandro pisano - callLeandro Pisano scrive e cura progetti ed eventi incentrati sui nuovi media, suond art e tecnologia. Conduce un PhD in Studi Culturali e Postcoloniali presso l’Università di Napoli “L’Orientale”, oltre ad essere direttore e fondatore di “Interferenze” new arts festival. Ha presentato i suoi lavori e le sue ricerche per istituzioni accademiche e durante eventi incentrandosi su sound art, new media aesthetics, design and sostenibilità in più di 20 paesi tra America, Asia and Europe. Come giornalista, collabora con il magazine musicale Blow-Up, ha scritto per il Corriere della Sera, Doppiozero e Neural.

contact:
leandropisano.it

LINEE GUIDA

  • Utilizzare wetransfer o dropbox per caricare il proprio file compresso che deve contenere il brano e un file pdf.
  • Una volta ottenuto il link, inserirlo attraverso il form sottostante.
  • Il brano deve essere in formato WAV o AIFF (44.1kHz, 16-bit).
  • Per le partiture, ove possibile, oltre all’invio del testo e la descrizione dettagliata per la sua esecuzione, allegare un file audio.
  • All’interno del file compresso inserire il pdf con nome e cognome, link al proprio sito web,  soundcloud, o altro. Il nome del brano deve essere indicato seguendo lo schema: nome artista – nome brano – durata e luogo della registrazione).
  • Nel pdf indicare il tipo di strumentazione usata per la registrazione, note e/o commenti al brano.
  • Specificare il tipo di composizione nel testo allegato se field recordings, soundscape composition o entrambe.
  • Durata massima 8 min.
  • È possibile inviare solo UNA composizione.
  • Il materiale inviato deve essere inedito.
  • Il mancato rispetto delle linee guida e la mancata o errata compilazione di uno dei punti comporterà l’esclusione dalla open call.

COPYRIGHT
Sottoscrivendo il modulo di iscrizione, il partecipante al premio accetta incondizionatamente e integralmente il presente regolamento.
L’artista detiene la proprietà dell’opera inviata ma concede all’Ass. Cult. VacuaMœnia il diritto di utilizzarla a titolo completamente gratuito ai fini della comunicazione e della promozione.
Partecipando al presente bando l’artista attesta l’originalità dell’opera/composizione.

IL DISCO
Le composizioni degli artisti selezionati saranno raccolte in un album che verrà pubblicato sulla pagina BandCamp di VacuaMœnia. Gli artisti coinvolti saranno invitati a partecipare ad una tavola rotonda – che si svolgerà a Palermo nel 2017 – in cui discutere e conforntarsi sui temi del paesaggio sonoro, sull’ecologia acustica e sui propri metodi formali e compositivi.

DEADLINE
La data di chiusura della opencall è fissata al 31 Dicembre 2016 alle ore 12 e non saranno previste proroghe.

L’iscrizione è gratuita


English Version

The development of new technologies and recording techniques allows us to listen to soundscapes the ear wouldn’t normally capture. VacuaMoenia has named this practice “inner soundscape“.
Sound artists, musicians and listeners are invited to submit works that represent the inner form of matter. The open call INNERSCAPES encourages the production of compositions that highlight imperceptible soundscapes to the naked ear.
Participants are encouraged to explore and expand ideas of deep listening within their own individual experiences and personal journeys.

JURY

We decided to involve three of the most interesting and representative international figures on the topic of soundart and acoustic ecology. Those figures are in the committee of INNERSCAPE that will select the works sent for the opencall. Surely it will be an attentive and privileged judgment for artists and will give an additional value to INNERSCAPE project.

MIGUEL ISAZA

miguel isaza - call

Based in Medellin, Colombia, Miguel is dedicated to philosophy and sound in practical and theoretical ways. He co-directs Éter laboratory (http://eter-lab.net) and has been founder of web projects such as Sonic Field (http://sonic field.org) and Designing Sound (http://designingsound.org).

contact:
miguelisaza.com

XABIER ERKIZIA

erkizia - call

Musician, sound-artist, producer and journalist from the Basque Country. His various work is based on a constant research among different people, sounds and situations as sound installations, recordings and musical compositions, radio-art pieces, bands, collective improvisation…Over the past 15 years Erkizia has show his work in several countries of Europe, America and Asia, and has released several albums, both solo and in collaboration with artists such as Mattin, Eddie Prevost, Francisco López, TV Pow, Alan Courtis etc. Actually, he participates in several projects as Billy Bao or Soinumapa.net and works as sound designer for films. He is member of the association AUDIOLAB.

contact:
erkizia.audio-lab.org/en

LEANDRO PISANO

leandro pisano - callLeandro Pisano is a writer and curator for projects and events focused on new media, sound and technological arts. He holds a PhD in Cultural and Postcolonial studies at University of Naples “L’Orientale”, being the director and founder of Interferenze new arts festival. He gave presentations, conferences and workshops in academic institutions and during events related with sound art, new media aesthetics, design and sustainability in more than 20 countries in America, Asia and Europe. He is journalist, being contributor for Blow-Up magazine and has contributed to Corriere della Sera, Doppiozero and Neural.

contact:
leandropisano.it

GUIDELINES

  • Use Wetransfer or Dropbox to upload your zipped file. It must contain the track and a PDF file.
  • Once you get the link, send it trough the form below.
  • The audio file must be in WAV or AIFF format (44.1 kHz, 16 bit).
  • For the scores, if possible, beside sending the text and its detailed description, attach an audio file.
  • Inside the zipped file, insert the PDF with name and surname, link to website, soundcloud, etc. and name of the piece (following this scheme: name artist – name piece – duration and localization of recordings).
  • In the PDF, indicate the equipment and/or instruments used to play/record, notes and/or comments to the piece.
  • Specify which kind of composition is the piece, if field recording, soundscape or both.
  • Maximum duration is 8 minutes.
  • It is possible to apply with only ONE piece/composition.
  • The material must be previously unpublished.
  • In case of failure to comply with the guidelines, or wrong or missed compilation of one of the points, will result in an exclusion from the call.

COPYRIGHT
By signing the registration form, the participant accepts unconditionally and thoroughly this Regulation.
The artist holds ownership of the work sent but grants to Ass.Cult.VacuaMœnia the right to use it at no charge for communication and promotion porposes.
By participating to this concourse, the artist attests the originality the artwork.

ALBUM
The selected compositions will be gathered in a digital-release that will be published on VacuaMœnia Bandcamp page. In addition, the artists will be invited to Palermo in 2017 to take part in a workshop which aims to confront with others musicians on the topics of soundscape, acoustic ecology and on personal compositional and formal techniques.

The deadline is Saturday 31th December 2016, 12:00 PM.

SUBMISSIONS IS FREE


SUPPORTERS & MEDIAPARTNERS

 

 

gtssc_logo1


dicono di noi \ about the call

“L’indagine si rivolge a quanto nel paesaggio c’è di inudibile all’orecchio umano, una proposta solo apparentemente paradossale e che invece  prosegue nella ricerca e documentazione di realtà invisibili ma non per questo necessariamente meno significative e influenti. Per i partecipanti sarà una sfida – tecnica e di fantasia – intrigante, per chi ascolterà l’album col materiale selezionato la possibilità di fare curiose e interessanti scoperte”. [continua a leggere]

Emiliano Zanotti | Sodapop